Artisti 2018

Maratona Pianistica

Maratona pianistica con M°Marcello Appignani , M°Luca Pieruccioni, M°Stefano Bigoni.

 

Marcello Appignani è un compositore estremamente versatile, autore di moltissime musiche principalmente per il teatro e per il cinema. Tra i suoi lavori in campo cinematografico ricordiamo le colonne sonore del cortometraggio “L’attesa” di Giuseppe La Rosa (finalista al Giffoni Film Festival 2004, al Next Generation di Miami 2004 e al 45° Film Festival di Cracovia), del lungometraggio “Riturnella” di Francesca Garcea (menzione speciale della giuria alla 61esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Salerno), del corto “Abdul cerca casa” di Jonny Triviani e Giulia Carla De Carlo vincitore del Festival di Frosinone 2007 e la musica per la logo animation della Emmebi Film Productions. In ambito teatrale si è esibito nelle edizioni 2009, 2010 e 2013 di “Capalbio Poesia” con Stefano De Sando, Daniela Poggi, Paola Gassman, Marina Tagliaferri e molti altri attori e ha composto le musiche di scena di molte opere della drammaturga Daniela Ariano tra le quali “Confessioni su uno zerbino”, finalista al Festival Calanchi 2004 nella Repubblica di San Marino e “L’ultima notte di nozze” con il patrocinio di Amnesty International.

Ha firmato alcune musiche per la trasmissione di RAI 3 “Ballarò” ed ha suonato per importanti nomi della cultura italiana (Dacia Maraini, Marcello Veneziani, Stefano De Sando, Morando Morandini, Giuseppe Manfridi e molti altri) oltre ad aver aperto il concerto dello storico gruppo rock progressive “Le Orme” al CrossRoads Live Club e alla Casa del Jazz di Roma.
E’ da poco uscito il suo sesto album “Natura viva con oboe, chitarra e violoncello” edito dalla RAI e ispirato al poema “La presenza di Giano” di Marco Onofrio e Raffaello Utzeri con Marco Ciampa all’oboe, Donato Cedrone al violoncello e lo stesso Appignani alla chitarra, per il quale è stata pubblicata una recensione sul giornale della SIAE “Viva Verdi” ed un’intervista su Radio Classica. Il suo brano”La culla d’ameno amplesso” da “Coevica” è stato inoltre inserito nella compilation “Italy d’Essai – The Best Soundtracks of the New Movie and TV Productions” prodotta da Believe insieme ad altri compositori italiani contemporanei quali Nicola Piovani, Vince Tempera, Stelvio Cipriani, Rita Marcotulli.

 

Luca Pieruccioni si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti al Conservatorio Statale di Musica “Giacomo Puccini” di La Spezia sotto la guida del Maestro Franco Parenti.
Successivamente ha continuato gli studi pianistici seguendo i corsi di alto perfezionamento tenuti dal Maestro Isacco Rinaldi (allievo di Arturo Benedetti Michelangeli), il Maestro Hector Moreno, e il Maestro Bruno Canino.
Si è inoltre dedicato allo studio della direzione d’orchestra seguendo i corsi tenuti a Firenze dal Maestro Piero Bellugi.
Nell’anno 2001 ha frequentato il corso annuale con l’orchestra sinfonica”Alfredo Catalani” e conseguito il Diploma di Alta Formazione Orchestrale (il corso prevedeva lo studio del repertorio orchestrale con pianoforte e lo studio del repertorio cameristico).
Nell’anno 2014 recatosi negli Stati Uniti si è esibito presso la Juilliard School di New York, ascoltato dal celebre pianista americano Robert McDonald.
Ha ottenuto vari premi in Concorsi Pianistici Nazionali ed Internazionali, aggiudicandosi il secondo premio al Concorso Pianistico Citta di Camaiore(LU), il primo premio al Concorso Pianistico Città  di Genova, il primo premio al Concorso Riviera della Versilia (LU), il secondo premio (il primo non assegnato) al Concorso Città  di Gabicce Mare (PS), il terzo premio al Concorso Internazionale Città di Tortona (AL).
Svolge attività  concertistica in qualità  di solista e musica da camera (Pianoforte e Violino, Pianoforte e Flauto, Pianoforte e Canto Lirico, in varie formazioni cameristiche dal trio al quintetto, pianoforte a quattro mani e otto mani su due pianoforti), riscuotendo ovunque consensi di pubblico e critica.
Dal 2004 al 2011 ha fatto parte del “Miari Ensemble” gruppo con il quale ha eseguito musiche (note e meno note) prevalentemente per un insolito organico, quello del due pianoforti a otto mani.
Ha suonato per la Società  dei Concerti di La Spezia, al Teatro il “Tempietto di Genova”, a Desenzano del Garda (BS) nell’Auditorium”A. Celesti”, per il Rotary Club di Piombino (LI), a Viareggio nella Rassegna “Giovani Concertisti”, a Lucca presso il Museo della Cattedrale, per la Società  Filarmonica Pisana, a Busto Arsizio (VA) per la Società  del Quartetto, a Massa “Teatro Guglielmi”, a Cortona (AR) per gli Amici della Musica, nella Haus der Begegnung in Grenzach-Wyhlen (Germania), Palazzo Agudio di Malgrate (Lecco), Castello Villa Smilea di Pistoia, a Roma presso Villa Torlonia, Teatro Marcello, Sala Baldini e Ambasciata Indonesiana, al Palazzo Ducale di Massa, per l’Associazione Concertistica “Pina Telara” di Massa, Pescara Music Festival, Festival Internazionale di Musica Classica di Corsanico, Associazione Musicale “Dino Ciani” di Milano, al Palazzo della Provincia di Lucca per Amnesty International, al Teatro di Rosignano Solvay (LI) in qualità  di clavicembalista per la rappresentazione dell’Opera di G.B.Pergolesi “La Serva Padrona” e in qualità  di pianista nell’Opera di B.Britten “Il Piccolo Spazzacamino”.
Ha registrato per la RAI Radio Televisione Italiana.
Ha lavorato come pianista collaboratore al Teatro del Giglio di Lucca per l’allestimento di varie Opere dirette dal Maestro Alberto Zedda e altri importanti direttori d’orchestra.
Dal 2000 al 2009 é stato direttore stabile della Schola Cantorum del Duomo di San Martino di Pietrasanta (LU), con la quale ha effettuato numerosi concerti con un repertorio che spaziava dalla musica Barocca a quella contemporanea, con accompagnamento strumentale e vari solisti.
Ha tenuto inoltre conferenze e lezioni concerto sulla musica sinfonica e pianistica dedicando particolare attenzione alla figura e alla musica di F. Chopin.
Ha insegnato pianoforte presso la Scuola Civica di Musica di Capannori (LU), la Scuola Sinfonia di Lucca, inoltre è regolarmente incaricato come docente di Educazione Musicale e Pianoforte nella Scuola Media ad indirizzo musicale.
E’ stato invitato come membro di commissione in concorsi pianistici nazionali.

 

Stefano Bigoni si è formato alle scuole pianistiche dei maestri Gioiella Giannoni e Vincenzo Audino diplomandosi al Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia con il massimo dei voti.
Ha completato la sua formazione musicale con lo studio della composizione e strumentazione per banda diplomandosi presso il Conservatorio “A. Casella” de l’Aquila, sotto la guida del M° Piero Luigi Zangelmi.
Successivamente ha seguito master class e corsi di perfezionamento con i maestri: Michele Campanella, Bruno Canino, Vincenzo Audino, Lazar Berman, Sergio Perticaroli e Marcello Abbado.
Premiato in numerosi concorsi pianistici nazionali ed internazionali ( C. Soliva diCasale Monferrato, Max Lider di Motta S. Anastasia, Pietro Napoli di Livorno, Sannicandro Garganico, A.Gi.Mus. di Viterbo, Città di Ortona, Lido di Camaiore, Città di Aqui Terme, Casarza Ligure, Uliveto Terme “Premio S. Rachmaninov”, F. Chopin di Roma ).
Nel 1993 ha vinto il concorso a cattedra per l’insegnamento nei Conservatori bandito dal Ministerodella Pubblica Istruzione. Sono al suo attivo varie incisioni discografiche, radiofoniche e televisive, sue registrazioni sono state trasmesse da Radio Classica Milano, Radio Vaticana, Rai Radio 3 e Radio Svizzera Italiana (RSI).
Ha effettuato varie produzioni per Musicisti Associati Produzioni M.a.p. su etichetta Lira Classica Milano.
Di recente ha registrato un CD per la rivista musicale nazionale “Suonare New” con musiche di: Mozart, Clementi, Weber, Chopin, Zangelmi e Margola.
Recensioni sono state pubblicate sui quotidiani : Il Tempo, Il Messaggero, Il Corriere della Sera, Il Centro, Il Mattino, Il Tirreno, La Nazione…. e riviste musicali quali: Orfeo nella Rete, Musica e Scuola, Suonare New….).
Il suo repertorio spazia dal periodo barocco alla musica contemporanea con particolare interesse per il ‘900.
Ha tenuto vari recital monografici e a tema su: Bach, Haydn, Mozart, Mendelssohn, Chopin, Liszt, il settecento viennese e il novecento russo, francese e italiano. Dedicatario ed esecutore in prima assoluta di composizioni scritte da Luciana Bigazzi, Piero Luigi Zangelmi, Massimo Colombo, Giuseppe Cangini e Donato Russo. Ha trascritto ed elaborato per pianoforte la sonata per violino solo di J.S.Bach B.W.V. 1001 e il Volo del Calabrone di N. Rimsky-Korsakov.
Dal 2009 è socio ordinario del Progetto C.O.M.I. (consorzio operatori musicali italiani) con sede a Milano. Svolge intensa attività concertistica come solista e in varie formazioni cameristiche invitato da importanti associazioni musicali italiane ed estere.
E’ stato membro di giuria in concorsi pianistici nazionali ed internazionali e accompagnatore pianistico ufficiale di vari concorsi musicali e corsi di perfezionamento tenuti da musicisti di fama internazionale.
Ha insegnato pratica e lettura pianistica presso i seguenti conservatori: “N. Rota” di Monopoli (Ba), “Vecchi-Tonelli” di Modena, “U. Giordano” di Foggia sezione di Rodi Garganico, “N. Sala” di Benevento ed attualmente presso il conservatorio “L. Canepa” di Sassari.
Ha collaborato con l’Accademia “G.B. Viotti” di Grosseto.
Considera l’attività didattica strettamente complementare alla viva esperienza concertistica.